La nuova Radiologia

Esami più rapidi, più accurati, in un contesto più accogliente. L’Ospedale di Cuggiono, a partire da questa settimana, può vantare un nuovo importante servizio per tutto il territorio: il nuovo reparto di Radiologia. Collocato al piano terra, dietro il CUP, occupa una superficie di circa 1.000 metri quadri per un investimento economico di circa 2 milioni di euro (1.600.000 euro per i lavori murari; 333.000 euro per la nuova Tac; 200.000 euro per il trasferimento di apparecchiature ed il completamento dell’area). Parte degli investimenti viene direttamente da Regione Lombardia: “In due anni e mezzo in cui sono stato Assessore sono arrivati all’Azienda di Legnano ben 17 milioni di euro per investimenti”, ha ricordato Mario Mantovani. La nuova ala prsenta una ‘TAC’ di ultimissima generazione: che permette esami con e senza mezzo di contrasto con  tempi di esecuzione ed accuratezza di avanguardia, compresi esami quali AngioTac e Dental Scan. Vi è poi la sala ‘radiologica’: telecomandato per esecuzione di esami convenzionali e con mezzo di contrasto; la sala ‘mammografia’ con mammografo digitale; la sala ‘ecografica’ e la sala ‘OPT’ (ortopantomografo). L’attività per esterni sarà come di consueto svolta dalle 8 alle 16, dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8 alle 14. Nelle altre fasce orarie verranno svolti gli esami urgenti e in alcuni giorni, fino alle 19, gli esami dei progetti di screening. L’attività di refertazione da parte dello specialista Radiologo è garantita al di fuori dell’orario di apertura all’utenza tramite la telerefertazione.  La nuova collocazione dei Servizio di Radiologia permette di differenziare e razionalizzare i percorsi tra i pazienti ricoverati, quelli provenienti dal Pronto soccorso e l’utenza esterna, che avrà così un accesso immediato e facilitato rispetto all’ingresso dell’Ospedale. L’accoglienza dei pazienti è stata unificata a quella del Laboratorio Analisi, raddoppiando gli sportelli che da due passano a quattro: in questo modo è possibile gestire tutte le operazioni (prenotazione, accettazione, pagamento ticket) nella stessa sede, senza costringere le persone a spostamenti inutili. “Questo è un’Ospedale ‘familiare’ - ha spiegato Mantovani - ben l’88% delle persone del territorio vengono qui a Cuggiono”. Si contano circa 3.500 ricoveri l’anno e ben 460.000 interventi ambulatoriali.

 

Categoria: